Carbonia

Racconti dal sottosuolo e calici di vino

L'epopea mineraria, il racconto del duro lavoro sottoterra ma anche delle tecniche utilizzate per estrarre i minerali sono al centro della manifestazione Rosso in Miniera. Una giornata, il 25 agosto, alle Miniere Rosas di Narcao. Occasione per immergersi tra le atmosfere di un tempo ma anche assaggiare ottimi vini e formaggi sardi. Saranno gli ex minatori a condurre i visitatori lungo l'itinerario e a portare le loro testimonianze, aneddoti e ricordi. Organizza l'Associazione Miniere Rosas. Ogni ora dalle 19 alle 22 un trenino turistico condurrà i partecipanti all'imbocco della galleria Santa Barbara. Muniti di casco di sicurezza e lampade i visitatori saranno poi guidati lungo un percorso: il Museo storico che custodisce minerali, macchinari, attrezzi, pannelli illustrativi, la Galleria Santa Barbara e il Museo di archeologia industriale. La degustazione dei vini, tra la Laveria e il piazzale, ospiterà importanti cantine e caseifici. Tra queste la Cantina di Santadi, AgriPunica, Cantina Mesa, Azienda vitivinicola Melis Enrico, Argiolas Winery, IsCherchis, Vini Evaristiano, Cantina Mulleri, Terra del Mandrolisai Meana Sardo, Vini Contini; Formaggi Tallaroga. Santadi Formaggi. Novità della edizione 2018 sono le degustazioni guidate a cura della Fondazione Italiana Sommelier (Fis) Sardegna. Anche quest'anno è previsto il contest fotografico: le foto migliori con l'hashtag #Rossoinminiera saranno premiate e pubblicate sulla pagina ufficiale Ecomuseo Miniere di Rosas. Il sito, riqualificato con tanto di Museo, ma anche caffetteria, ristorante, pizzeria e case vacanza, tutto ricavato dalle abitazioni dei minatori e dagli storici edifici, è immerso nel verde tra le colline del Sulcis.(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie